© 2019 Giorgio Maria Lodi

CALDO TORRIDO

La situazione meteorologica di caldo torrido ed afoso è particolarmente dannosa per i bambini e gli anziani
A causa delle temperature elevate l’aria che respiriamo è ricca di ozono ( definito “ smog fotochimico “ ), particolarmente nocivo per le nostre mucose respiratorie, che vengono irritate da questa sostanza .
Inoltre con le temperature elevate si ha una maggior traspirazione e sudorazione, con perdita notevole di liquidi e sali minerali.

Consigli

1)    - Uscire il meno possibile ed eventualmente solo nelle ore meno calde della giornata ( prima mattinata e tardo pomeriggio – sera ).


2)    – Non esporre mai i bambini piccoli al sole, ma tenerli sempre in zone ombreggiate e ventilate.


3)    – In ogni modo quando si esce far indossare sempre al bimbo ( se viene esposto al sole ) un copricapo leggero e tenere bagnati i capelli


4)    - Utilizzare sempre sul corpo una crema solare a schermo totale, specifiche per bambini e che non contengono sostanze allergizzanti. Al mare ripetiamo l’applicazione ogni 2 ore circa anche se sono resistenti all’acqua. 


5)    – Ricordiamoci di vestire i bambini con abiti freschi di puro cotone o di lino e non utilizziamo le fibre sintetiche per evitare una eccessiva sudorazione della pelle. 
      In particolare si ricorda che con una T° di 30 gradi il bimbo può rimanere completamente nudo ( il   
      lattante solo con il pannolino ).


6)    – Fare il bagnetto o una doccia al bimbo ( senza detergenti ) anche 2 – 3 volte al dì se vi è molto caldo .
          Quando vi è eritema cutaneo da calore ( chiazze rossastre sul corpo ) sono utili gli impacchi e i bagni 
          tiepidi con infuso di malva .


7)    – Evitare nelle ore più calde il trasporto in auto del bimbo e comunque ridurre al minimo l’uso dell’aria condizionata in auto ( evitando temperature glaciali ) . Si può usare l’aria condizionata in casa, ma a condizione che la differenza tra temperatura ambientale esterna ed interna non sia molto elevata .


8)    -  Evitare l’uso di ventilatori con flusso di aria direttamente sul bimbo.


9)    -  Non lasciare il bimbo in mezzo a correnti di aria e cambiare subito la maglietta di cotone   quando è bagnata di sudore.


10)   – Offrire sempre al bimbo durante il giorno bevande a volontà ( soprattutto se uscite ) : acqua ( non direttamente dal frigorifero ) , frullati di frutta fresca ( evitare i succhi di frutta in bottiglia, ricchi di conservanti e additivi ).


11)   -  Offrire un’alimentazione leggera, ricca di frutta e verdura, senza forzare mai il bimbo a mangiare : con il caldo cala a tutti naturalmente l’appetito. Va bene lo yogurt ed  anche il gelato alla frutta naturale ( massimo uno al dì ).


12)  – Se compare temperatura febbrile, causata spesso dalla situazione climatica e da forme virali che compaiono in questo periodo, somministrare Paracetamolo  o Ibuprofene,  secondo le indicazioni classiche. Togliere gli indumenti al bimbo e utilizzare spugnature di acqua tiepida ( quando la T° è molto elevata ) sugli arti superiori ed inferiori ( non sul tronco ) .


13)   - Se compare tosse insistente secca o catarrale , causata spesso dalla situazione climatica ( smog fotochimico ) e da forme virali, somministrare tisane alle erbe ( più miele, se età bimbo >  di 1 anno )


14)   - Se compare alvo diarroico, offrire bevande idrosaline  a volontà e somministrare fermenti lattici  fino a risoluzione della diarrea.