© 2019 Giorgio Maria Lodi

Voi mi dite: «Siamo stanchi di stare con i bambini».  Avete ragione. E dite ancora: «Perché dobbiamo abbassarci al loro livello. Abbassarci, chinarci, piegarci, raggomitolarci». Vi sbagliate, non questo ci affatica, ma il doverci arrampicare fino ai loro sentimenti. Arrampicarci, allungarci, alzarci in punta di piedi, innalzarci. Per non ferirli.

JANUS KORCZACK

 

CHI SONO

  Sono un  Medico Specialista in Pediatria  e  Diplomato in Omeopatia

- Laurea nel 1979 presso l' Università degli Studi di Milano
- Abilitazione : seconda sessione 1979 - Università degli Studi di Milano


- Iscritto all'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri ( FNOMCeO ) della Provincia di Monza e Brianza -  Posizione numero: 806
- Iscritto nel registro degli Omeopati dell'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Monza e Brianza ( da gennaio 2016 )


- Specializzazione in Pediatria conseguita presso l'Università degli Studi di Milano - Clinica Pediatrica II  " De Marchi " ( 1984 )
- Dal 1979 al 1984 Medico interno presso la Clinica Pediatrica II " De Marchi " - Università degli Studi di  Milano, svolgendo la propria attività      con particolare riferimento allo studio e alla cura della broncopneumopatia fibrosi cistica 


- Diploma in Omeopatia conseguito nel giugno 1992 , presso la Scuola Superiore di Omeopatia SMB di Roma       

  ( Corso triennale )
- Partecipazione presso Scuola di Medicina Omeopatica di Verona a Seminario residenziale " Metodologia in omeopatia pediatrica e Materia      Medica Pediatrica " - relatore dottor Jacques Lamothe (novembre 1992)


- Partecipazione al corso PBLS di rianimazione cardiopolmonare pediatrica organizzato da Medicina  d'Urgenza Pediatrica ( M.U.P. ) - giugno        1998


- Socio della Associazione Culturale Pediatri (A.C.P.)

- Socio dell'Associazione umanitaria Mondo in Cammino Onlus

- Impegnato nel volontariato a livello socio-sanitario

  Presidente per  20 anni di Comitato Solidarieta' Chernobyl, Associazione umanitaria che , tra le altre attività , ha ospitato presso le famiglie      del territorio , per motivi terapeutici , bambine e bambini bielorussi, provenienti dalle zone contaminate dalla nube di Chernobyl 


- In qualità di pediatra volontario assieme ai colleghi  della ACP ha ricevuto ,  nel dicembre 2014, Attestato di benemerenza civica  dal   Comune di Milano per la assistenza pediatrica ai profughi provenienti dalle zone di guerra 


-  Tra i vincitori nel 1998  del  I°  Concorso Letterario  Nazionale  “ Le favole del dottore “ , patrocinato da FA.NE.P.  ( Associazione  Famiglie       Neurologia Pediatrica ) per  la cura della Anoressia nervosa e della Bulimia, con il racconto Favola di Natale , pubblicato nel libro Le favole     del dottore , edito da Barghigiani, Bologna
 

OBIETTIVI

 " La vita è complessa : fare i genitori, o i nonni , o gli insegnanti, o i pediatri è anche complesso .

   Però è la cosa più bella del mondo : siamo alle radici della vita . "

   Franco  Panizon 

Per un pediatra prendersi cura di bambine e bambini, ammalati o sani , non significa solo curare il loro corpo, significa prendersi cura di ciascuno e di ciascuna, nella loro interezza, con un approccio quindi “ olistico “.

L’utilizzo della medicina omeopatica, che si occupa dell'essere vivente nella sua complessità ( psiche e soma ) e la sua corretta pratica clinica può aiutare molto il pediatra sotto questo aspetto .


  Come pediatra e genitore di quattro figli, ho cercato sempre  nella mia pluridecennale attività professionale di trasmettere ai genitori , che si sono rivolti a me in questi anni,  corretti e sani stili di vita , ricordando che la prevenzione è una delle “ armi “ più  importanti ed efficaci che abbiamo  per difenderci dalle molteplici e variegate situazioni patologiche che ci possono colpire , in un mondo purtroppo sempre più inquinato e contaminato.


  In questo percorso di educazione alla salute è importante che il pediatra sappia affiancare e guidare ogni genitore, in particolare  il  “ nuovo  genitore “, capace di ascoltare i suoi bisogni , nell'intento di trasmettergli sicurezza e serenità .

 Perché nessuno nasce genitore e si impara il  “ mestiere del genitore “, giorno dopo giorno ( e notte dopo notte ) .


  E riguardo al “ mestiere del medico “ , mi piace ancora ricordare uno scritto autorevole e significativo del professor Franco Panizon, grande maestro della pediatria italiana e internazionale , che mi ha sempre guidato nella mia bellissima professione .


  “ Questo vale per tutti gli uomini, ma specialmente per i medici e specialmente per i pediatri : guardare in là, quanto più in là possibile ; non pensare solo all'oggi del tuo paziente, pensa anche al suo domani ; non pensare solo ai tuoi pazienti, ma pensa anche a tutti i pazienti ; non pensare solo ai presenti, ma pensa anche ai lontani e ai futuri ; ricorda che ognuno di noi, ma i medici più di altri, e i pediatri forse più degli altri medici, ha una minima, ma significativa responsabilità nello scrivere la cultura del nostro tempo e fa parte, quindi, della storia del mondo “ .

 
 

CONTATTI

Per

Consultazioni  

-  Cellulare :   391.1608252

- Via mail  :   Utilizzando il  

                      modulo a lato